Ho iniziato questa avventura del blog dopo uno studio attento di quello che già c’era in rete , dato che il genere dal quale provengo è abbastanza distante da questo mondo. E così  mi sono ritrovata spesso ad ammirare ricette create appositamente per contest davvero geniali, dove – nascosti tra la folla – trovi tantissimi partecipanti con ricette e foto da far impallidire chef  blasonati e grandi fotografi con curriculum lunghi una quaresima.

In uno dei miei tanti pellegrinaggi notturni nell’immensa rete internettiana mi sono imbattuta in uno di questi contest. Il tema è “Home made is better”. Il titolo rende bene l’idea e io che da tempo ormai smaniavo per partecipare ad uno di questi fantastici “concorsini” non sono potuta rimanere con le mani in mano.

Devo premettere che mi avvicino a tutto questo come una dilettante che si butta nella mischia, un po’ come quelle signore  che dopo anni di gorgheggi lirici nella doccia di casa decidono di partecipare ad un a selezione alla Scala. Ecco l’impatto è lo stesso, speriamo solo di non steccare miseramente sull’ultima nota.

Ho scelto di fare a casa il Twix. Avete presente quelle barrette di biscotto, con su uno strato di caramello e una copertura di cioccolato al latte? Forse un tempo se non ricordo male questo stesso snack si poteva trovare negli scaffali del supermercato col nome di “Raider”.

Ma veniamo a noi e vediamo un po’ cosa è venuto fuori dopo una giornata di tentativi tra i fornelli:

Base biscotto
50 gr di burro
25 gr di zucchero
70 gr di farina
1 uovo piccolo
1 pizzico di sale

In una ciotola mescolare tutti gli ingredienti fino a formare una palla di pasta. Dividere l’impasto in tanti piccoli bastoncini della misura di un twix. Metterli in una teglia rivestita da carta forno e bucare le barrette con i rebbi della forchetta. Mettere in forno e cuocere per 15 minuti a 170°. Il biscotto tenderà un pochino ad allargarsi durante la cottura ma potete pareggiare i lati con un coltello una volta che si sarà raffreddato.

Salsa al caramello
100 gr latte condensato
25 gr di burro
1 e 1/2 cucchiaio di zucchero muscobado
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Mettere in un pentolino tutti gli ingredienti e cuocere fino a quando non si sarà formata una salsa color nocciola. Per amalgamare meglio la salsa si può frullarla 20 secondi col minipimer.

Copertura al cioccolato
150 gr cioccolato al latte
125 gr di panna
25 gr di glucosio

In un pentolino portare a ebollizione la panna col glucosio. Spegnere il fuoco e buttare dentro al pentolino il cioccolato tritato. Mescolare per far sciogliere bene il cioccolato. (Io ho messo il glucosio per evitare che si cristallizzasse la copertura ma si può anche fare senza)

Una volta pronti tutti e tre gli ingredienti non resta che prendere il biscotto e ricoprirlo di salsa al caramello. Posizionare i biscotti su di una gratella e ricoprire con il cioccolato al latte.
Consiglio: sotto la gratella mettete un piatto in modo da poter recuperare il cioccolato in eccesso. Io ho ripetuto questa operazione diverse volte prima di raggiungere il risultato finale.

Con questa ricetta partecipo al contest “Home made is better” organizzato da queste bellissime fanciulle: UnaZebrApois, Mezzaluna e Shakeandbake in collaborazione con Kit-Zen

[Edit del 07/06/2011]

Chi l’avrebbe mai detto che questi piccoli e simpatici Twix avrebbero avuto la grinta per vincere il primo premio di questo bellissimo contest!
Approfitto di questo edit per ringraziare le tre ragazze che hanno dato vita a tutto questo e cioè le fantastiche Blogger di Shakeandbake, UnaZebrapois e Mezzaluna.
Ringrazio inoltre la Kit-Zen per i premi favolosi e lo chef Sergio Maria Teutonico per il lavoro di selezione tra tante ricette tutte davvero belle e meritevoli.
Grazie ancora di cuore e ci rivediamo tra un po’ con un grasso resoconto dal Lago di Garda e uno spentolamento degno del premio.

Qui trovate le altre ricette vincenti!